martedì 8 novembre 2011

Ottobre era - Il pifferaio di Hamelin



(Berlino 2010, Francesca Anita Modotti)




In sintesi il primo riferimento alla dieta lo facesti tu dal fondo del locale, nascosta nel buio. Dicesti che le nuvole di torrone sono come spade di Damocle sopra i consigli e le chiacchiere da viaggiatore cortese, che quando non e' in borghese magari e' un conte, o un tronfio proletario tirato su a carboidrati e grassi saturi. Uno zuccherificio. Quindi in sintesi si, ma dal principio. E cosi' dapprincipio la stabilita' era apparsa appetibile, un buon combustibile. Occhio alle scorie, ma abbondante e di facile reperimento. Occhio allo smaltimento. Al mantenimento. Il quale infatti si scopri' presto avercela a morte coi pastori sardi, coi rei confessi, e con tutti gli altri esperti in rivendicazioni. Stesi sotto l'ombrellone intanto quattro santi si pagavano la vacanza al mare coi gessetti. Madonnari in bermuda fiorati, quattro sciancati sporchi. Attori di strada, frullatori di anguille.  Cosi' dicesti, ti immagini se adesso incontrassimo un uomo che suona qui sopra la spiaggia? Era ottobre e le nuvole sembravano caramello e mandorla. E c'era ancora tempo per averti e c'era spazio per darti la mano e scappare a nascondersi dietro una barca. Cosi' dicesti e io contavo pericoli sciogliendo nell'aria i gessetti coi santi attaccati, e le loro ombre in offerta, e i funghi azzurri e scarlatti che rimboccano a temperatura piu' consona il quadro della sfida, dell'ospitalita' che grida col vento, dello spavento, di un flauto traverso nemico che si compone e improvvisa.

17 commenti:

  1. @sabrina ancarola storie de guera....

    RispondiElimina
  2. ecco, aggiungo un'etichetta va

    RispondiElimina
  3. Sembra di essere in una fiera di paese, caramelle, zucchero a velo, musiche e danze. Tu e la tua compagna siete proprio una bella coppia di visionari. Bel modo di scrivere,complimenti!
    Camilla

    RispondiElimina
  4. @Sabrina Ancarola aspetta, raccolgo le braccia... :)

    RispondiElimina
  5. @anonimo-Camilla LMA assicura che il flautista c'era davvero. ma lo so che sembra incredibile... del resto anche ai Finzi Contini tutti (Micol esclusa) sembrava impossibile che stessero per essere deportati...

    RispondiElimina
  6. @Lorenzo si, ma dal principio... :)

    RispondiElimina
  7. ....a volte viene naturale essere sintetici ... ;-)

    RispondiElimina
  8. @luisaluz si, ma alle volte e' altrettanto inutile essere sintetici che dilungarsi, purtroppo. ma ci si prova. soprattutto nei momentio del dramma. a aprlare in ogni modo. cominciando dalla fine e dal principio.. :9

    RispondiElimina
  9. "Quindi in sintesi si, ma dal principio. " e, dal principio ti dico, di stare attento a tutto quello che si nasconde dietro una barca sulla spiaggia ;D

    RispondiElimina
  10. @naimablu e perche'? hai qualche esperienza che vuoi condividere con LMA? (ehm.. in genere e' proprio lui, LMA, che si nasconde dietro le barche... qualche volta anche sotto)

    RispondiElimina
  11. Bello. Sembra una scenografia di un film di Lynch. Funghi, gessetti e nuvole comprese.

    RispondiElimina
  12. ...e allora occhio pure ad evocare le immagini, che poi si materializzano lungo spiagge d'ottobre, restano impigliate ai gessi che colano e non sanno andar via ;)
    (mondina)

    RispondiElimina
  13. @Emma Peel diro' a LMA che ha sbagliato carriera, cazzo...

    RispondiElimina
  14. @mondina dici che mi sto tirando sfiga eh?

    RispondiElimina