venerdì 18 novembre 2011

Novembre era - Frammenti di altri racconti


(Lampe, di Eri Haka)



[...] E’ finita che me ne sono andato in giro, in cerca di ispirazione. Perche' in fondo per me la vita questa e': un foglio, le persone, le situazioni, i luoghi sempre differenti, le opinioni e piu' ancora cio' che opinabile non e'. La miseria, la felicita', la liberta'. L'incendio che i passeri urlanti appiccano agli alberi, in armonia col turbine gigantesco che schianta i margini del foglio. Di ogni orgoglio. Di ogni sentimento liso che ho deciso da oggi mettero' all'asta imprimendolo su di un libro. Al migliore offerente. Uno spartito. solo questo, uno spartito. Che' ben altro qui c'e'. Nel cosmo nero e splendente, dove arrivano le mani non arriva la mente, non arrivano i ricordi, non arrivano i giorni. Non bastano mai. Ne' bastano i nodi che con le braccia mi stringi al collo, o la bocca tra le gambe tue sempre aperta, le ore di quiete e di danza, senza una stanza, senza un tetto, senza una prigione, e… dove mi porti a ballare amore? Ti portero' nel peso che la sera appende sul muso di un cucciolo rosso, deformandogli la bocca. Una lingua di nuvola cade e s'allarga. Le immagini sfioriscono nei dettagli e mutano ragione. La mia ispirazione mai. La mia ispirazione sa esattamente cosa vuole. [...]

48 commenti:

  1. ma anche as-pirazione sa cosa vuole (Cinzia)

    RispondiElimina
  2. @Cinzia io solo espiazione non conosco. gli altri, sono invitati.

    RispondiElimina
  3. Le foglie morte vengono spazzate via dal vento come tante parole spariscono alla vista per poi tornare a nutrire, novembre è così le parole se le inghiotte. Però passando a volte fanno male, picchiamo più duro delle mani.

    RispondiElimina
  4. sembra un richiamo al penultimo post su LMA. quello che verra' la settimana prossima.

    RispondiElimina
  5. se ne vanno tornano come le note, ma la musica, come diceva lo zio francese delle foglie, è il sole del silenzio, non mette freddo dentro. Le parole sono da somministrare con cautela, possono avere effetti collaterali ma non ti avvisano, li scrivono in caratteri piccini così te non ci fai caso e ci passi sopra

    RispondiElimina
  6. le chiacchiere stanno a zero, dice LMA. Ke' quello e' lirico solo fino ad un certo punto.

    RispondiElimina
  7. allo zero termico c'è la neve e i tenores di bitti dove li mettiamo? Un mondo a parte in un mondo a parte

    RispondiElimina
  8. LMA e' attrezzato nell'eventualita' neve. ad ha anche dei tappi per le orecchie... se il nome e la chiusa di questo blog non dovessero essere abbastanza eloquenti ;)

    RispondiElimina
  9. Rimettere i puntini sulle i è un impegno costante, anche se le i sono in altri luoghi ...almeno i passi sulla neve sono ovattati. Buon tutto

    RispondiElimina
  10. "ma avean scarpe di feltro, e nessuno li sentiva" che canzone e'?

    RispondiElimina
  11. passano i giorni e si affievoliscono i ricordi, o meglio mutano e ingialliscono come le foto appese alla parete

    una stanza
    una casa
    una prigione
    dalla finestra aperta vedo che non ci son più le sbarre
    oggi si può evadere
    dammi un minuto che indosso le scarpe, una penna e un foglio bianco
    il resto aspetterà
    se vuole!!!
    :)))

    RispondiElimina
  12. non la conosco, la cerco e l'ascolto anche se ho in testa "le storie sono tante milioni di milioni.."

    RispondiElimina
  13. @Sabrina Ancarola ma pensi sempre a magna'? :) (e guarda, a parti invertite ci saresti andata pesante...)

    RispondiElimina
  14. @Angela sai come si tolgono gli adesivi dalle pareti? col tempo :)

    RispondiElimina
  15. Kapterpillar pensavo che non c'è niente da capire, ma che te lo dico a fare? ;P

    RispondiElimina
  16. i miei adesivi o chiodi che siano solo con la pistola, ma in giro son tutti pacifisti e fautori del "perdono" come ultima chance e allora bisogna disperdere anche i pacifisti!!
    :))

    RispondiElimina
  17. @sabrina ancarola ma dde che... acqua acqua...

    RispondiElimina
  18. @Angela perche' non lo sai? l'iride e' un simbolo fascista. anzi, addirittura da inquisizione. l'abiura chiedono, l'abiura!

    RispondiElimina
  19. @Sabrina Ancarola beh... i pacifisti stanno solo in acquario o sul banco del pesciarolo...

    RispondiElimina
  20. insieme agli altri dipendenti sulla scrivania davanti alla poltrona in pelle umana

    RispondiElimina
  21. ti facevo tipa da ficus in effetti... ;)

    RispondiElimina
  22. ...i frammenti di altri racconti sono la traccia da seguire, il percorso sempre differente da non perdere mai...

    RispondiElimina
  23. è finita che le immagini sono sfiorite nei dettagli, mutando ragioni e torti
    (A)

    RispondiElimina
  24. @sabrina ancarola ma tu sei giovanissima. anzi, noi siamo giovanissimi!!!!

    RispondiElimina
  25. @luisaluz ci volo attaccato col naso.. :)

    RispondiElimina
  26. @anonimo A alla mia ispirazione fotte cazzi di immagini, ragioni e torti. ad LMA frega meno che a me.. :)

    RispondiElimina
  27. La mia ispirazione è quasi diventata un'aspirazione!

    è normale?
    Cos'è normale?

    RispondiElimina
  28. @Marta anche io da giovane ci facevo un po' a cazzotti, Marta. basta capire cosa vuole... :)

    RispondiElimina
  29. ..in quanto al cosa sia normale.... ecco, forse dovresti chiederlo ad uno normale :)

    RispondiElimina
  30. Smetto di farmi domande...forse è meglio (molto positivamente parlando)

    Sicuramente saremmo passate anche dall'argomento caro vita con la bambina, forse in modo meno superficiale di come viene affrontato da chi dovrebbe. Anzi, sono quasi certa che lei sarebbe stata in grado di dare ottimi consigli.

    RispondiElimina
  31. @Marta si, penso anche io che le domande, di frotne a ste cose, lascino abbastanza il tempo che trovano. quella, l'ispirazione, e' una entita' che ci supera in volonta' e comprensione. appare, piu' o meno come la bellezza. basta fidarsi, in realta'.

    in quanto alla bambina.. :) e' nei toni Marta. quelli parlano di noccioline, e sembra il paradiso :)

    RispondiElimina
  32. A me, i licantropi, fanno paura!

    Paragone perfetto, direi, tra ispirazione bellezza...basta fidarsi della realtà e dalla razionalità, aggiungerei io.

    La frutta secca non mi piace, all'Italia non piace più nemmeno forse.

    RispondiElimina
  33. @Marta io sono debilitato da cio' che piace all'italia.. :)

    RispondiElimina
  34. @Marta temo che sia del tutto irrilevante :) credere o no e' una scelta. io per esempio ho delle enormi difficolta' a credere a qualsiasi cosa. cerco di pensare, piuttosto. mi riesce male.. :) ma e' la sola alternativa che ho. almeno.... credo :D

    RispondiElimina
  35. ma è bellissimo che la tua ispirazione sappia esattamente cosa vuole :)

    RispondiElimina
  36. LMA è l'acronimo della tua donna?
    Francesco

    RispondiElimina
  37. @soleininside meraviglioso direi :)

    RispondiElimina
  38. @francesco LMA= Leave Me Alone.... e' il nome di questo blog. ormai siamo in confidenza e posso permettermi di chiamarlo con un acronimo :)

    RispondiElimina
  39. Leave me alone, LMA ultime lettere che compongono il cognome della tua donna, sei riuscito a creare dei racconti strepitosi. Siete due artisti eccezionali. Buon Natale, Fratè! Francesco

    RispondiElimina
  40. @francesco a parte che se chiamassi "mio" qualcosa, equitalia se lo porterebbe subito via :).... ma poi sinceramente mi fai troppo arzigogolato :) sono rimasto 10 minuti basito leggendo il commento che non capivo... ed in ogni caso, lungi da me tracciare il cognome della mia fidanzata su questo che, lo ricordo, e' solo un videogame... comunque grazie bello. (ps LMA e' leave me alone e basta.... ti assicuro)

    RispondiElimina
  41. allora scusa..devo dire che sono proprio un coglione, ora mi cerco l'acronimo del mio nome.. chissà che non salti fuori qualcosa di illuminante. :)
    Francesco

    RispondiElimina
  42. ah, che graziosi gli acronimi, LMA...

    RispondiElimina
  43. piu' degli agronomi, almeno in media... :)

    RispondiElimina
  44. ma questo blog è fermo? (Francesco)

    RispondiElimina
  45. e' in attesa del post finale... nel frattempo si rilegge un po' e riposta qualcosa a muzzo su fb...

    RispondiElimina