martedì 11 ottobre 2011

Eh! ...se domani...! (E sottolineo Eh!)


(Foto di Francesca Anita Modotti)


Mi placa questo ultimo sole d'ottobre, che batte sui liquori quand’e’ mattina e che ci dorme fino anche al pomeriggio. Miste a muco e promiscuita’ animali, ad attivita' collaterali,  le impressioni restano su vertigini inconsuete, su spoglie d’angeli supposti, non verificati, e sopra pochi eroi, quasi dimenticati. Nelle stanze arancio della tua infanzia, occupate da una evoluzione di cio’ che fu tuo fratello, sopra il muro c’e’ una tacca per ogni crepa che ha scolpito nel cuore. Lui, povero piccolo spacciatore. Io sono gia' povero di mio, cosa devo aggiungere a questa dichiarazione? E' un problema se nessuno crede ai poveri? Se i ricchi, nostri interlocutori necessari dentro ad una sciocca dicotomia, mentono e sono incapaci a realizzare che esiste altro, oltre alla truffa…? Nel trionfo di lenzuola sudate servirebbe uno scafandro per immergermi a cercarti. L'immersione dipinge bene la nostra chiesa: una teoria isolata sui colli. Inventiamoci il modo per passare le ore mentre fuori il reattore impazzisce. Mentre il mondo esiste. Mentre tutto ci scorre attraverso, ed e' gia' tardi su questo spigolo del pianeta, ad un minuto dal salto. Chi l'ha detto che non stiamo su di un piatto, pidocchi sulla testa del Battista? Come se quello che vediamo facesse fede ad un metro attendibile di valutazione... come se cio' che non vediamo, cio' che ci riferiscono, avesse maggiore diritto all'occasione. Ecco: adesso le Colonne d'Ercole sono sul lato che non pensi, li' dove non sei arrivato mai. Dove tutto precipita in un colossale impatto col lago infinito di numeri e quanti. La verita', mentre scivolo da questa cascata, e' che posso solo ammirare. E ne sono felice, e' la sola voglia che ho. Voi no? Voi volete altro che questo momento chiamabile vita? Volete il gioco, il trucco, il segreto custodito nel ventre di vacca? Ah, se il domani fosse impossibile anche solo da pensare! Se fosse inimmaginabile. Se fosse come sono le Colonne d'Ercole. Un mito da superare.

31 commenti:

  1. Le Colonne "portanti" d'Ercole...
    Questo mondo crollerebbe senza miti da superare.

    RispondiElimina
  2. in effetti l'impressione che si ha e' che stia crollando...

    RispondiElimina
  3. ...e nessuno sembra in grado di impedire che accada...

    RispondiElimina
  4. ...ma forse e' solo una impressione... :) (il fatto e' che non basta uno, ne' dieci, ne' mille per scongiurare un crollo strutturale... si crolla o non si crolla tutti insieme. quindi conta fino a dieci e grida BUM)

    RispondiElimina
  5. non è da superare....non è vivibile...
    io mi godo questo momento chiamabile vita, evitando troppe paranoie.

    RispondiElimina
  6. @Marta amen sorella. e che la vacca si tenga il ripieno del ventre suo :)

    RispondiElimina
  7. sarà che ogni teoria ha bisogno del suo recipiente d'acqua accanto e più è grande il recipiente e più è grandiosa la teoria, per questo le teorie isolate sui colli delle acquesantiere non se ne fanno niente da che non ci montano un galleggiante. L'acqua è sacra, va conservata per domani.. almeno per lasciarle l'unica possibile probabilità di diventare santa, ma da lì in poi si chiama pipì credo..

    RispondiElimina
  8. L’esistenza è una patologia a trasmissione sessuale con percentuale dei decessi del 100 per 100. Eppure ho imparato ad apprezzarla una volta al giorno.

    RispondiElimina
  9. @Eri grandiosa! e cosi' abbiamo trovato il modo di usare l'acquasantiera :) (come sai la pipi' serve sia in montagna (scalda), sia sulla pira (spegne), sia al mare (contro le meduse))

    RispondiElimina
  10. @Emma Peel non sono convinto della percentuale dei decessi. e' la mia formazione egocentrica che m'impone di attendere di morire per dirmene persuaso. ma a quel punto non so quanto varra' la mia opinione. se e' possibile, varra' probabilmente meno di adesso.

    RispondiElimina
  11. ...se il domani fosse inimmaginabile vivremmo con un'inestinguibile espressione di stupore sul viso, come i bambini...Bellissimo...
    A me basta questo momento chiamabile vita...mi basta eccome... :-)

    RispondiElimina
  12. @luisaluz la malattia fara' il suo corso, grande Luisa :)

    RispondiElimina
  13. ...sì....alla faccia dei vaccini :-))))
    Ciao grande Kap :-)

    RispondiElimina
  14. Nella vita serve culo!
    I sassi sono troppo pesanti, non riesco a sollevarli, li scavalco...è anche più avventuroso!
    Devo decidere su due cose:
    una_non invecchiare
    due_frantumare le pietre, trattenendo solo sassolini ex facenti parte di loro.

    RispondiElimina
  15. @Marta ed io che pensavo servisse solo in salotto...!! (la domanda e', perche' scegliere di non invecchiare?). i sassolini sono utili se sei Pollicino e vai nel bosco.

    RispondiElimina
  16. potrei distruggere la magia di questo meraviglioso post con la citazione che mi è venuta in mente, ma evito e ti lascio solo i miei complimenti

    RispondiElimina
  17. @Sabrina Ancarola noooooooooo mia maestra del trash... deposita qui la tua perla!

    RispondiElimina
  18. [Rispondo nel blog di chi commenta nel mio...infatti molte volte non rispondo alle risposte degli altri perchè non vado a rivedere i blog degli altri, perchè aspetto che rispondino da me...non mi piace commentare tra i miei commenti!
    Egocentrismo?
    Ma visto e considerando che se la gente commenta nel mio mi arriva la notifica mentre negli altri no, allora non è scorretto come "metodo".]

    Mi piace portare pezzi dietro, nonostante io preferisca viaggiare leggera! Così forse mi ritrovo, o mi ritrovano.

    RispondiElimina
  19. @Marta [non ti arriva la notifica, ma se ti interessa il post e quello che hai scritto in commento, torni a vedere... invece in questo modo i commenti sono decontestualizzati dal post che gli sta sopra.. comunque chi se ne frega... sei solo la prima blogger che conosco che fa cosi']

    io sono tantissimi anni che scrivo sui muri: "perdersi ritrovarsi non riconoscersi". ci sono anche un paio di post qui sopra sul tema. uno e' "settembre" con tanto di foto di uno dei miei scarabocchi. ma la domanda era: "perche' scegliere di non invecchiare?"

    RispondiElimina
  20. [ehm...sì, io ho impostato il blog in modo che quando un mio post viene commentato mi arrivi una mail!!]

    perdersi significa sempre ritrovarsi forse...riconoscersi è l'ultimo dei problemi, non mi piace definire, ne definirmi.

    hai scritto "non ho mai visto nessun pesce invecchiare in un nido di rondine. neanche al ristorante cinese."
    una delle opzioni è scegliere di non invecchiare proprio per questo...non scelgo di invecchiare dentro quel cerchio di pietre e provo a sfidare chi me lo crea, lanciandole.
    il non invecchiare è solo una metafora per la sfida...

    RispondiElimina
  21. @Marta bon, a natale ti regalero' un martello per fracassare i massi ed una fionda per tirare i frammenti.. :)

    RispondiElimina
  22. @Marta (minkia potresti anche ricambiare il regalo!!! che so... una bomboletta di vernice nera per scrivere sui muri, un ventre di vacca, uno scafandro, un lenzuolo asciutto... :)) )

    RispondiElimina
  23. mai chiedere...
    e poi il "ti ringrazierò" lascia fluire e pensare ad un modo per ricambiare...no?
    lo farò...ora non mi pare il momento, al massimo potrei lanciarti una delle mie pietre, se ti va.

    RispondiElimina
  24. @Marta carissima, il mondo mi ha insegnato che un "ti ringraziero'" il piu' delle volte diventa una pacca sulla spalla (sulla spalla se ti dice bene..). e sempre stando agli isnegnamenti del mondo ti diro'... meglio una pietra oggi che una pacca domani. vai, mira in fronte...

    RispondiElimina
  25. io le parole le mantengo...
    non sono come chi mi ha lanciato le pietre ritirando la mano!
    ho una buona mira ed una mano forte.

    RispondiElimina
  26. @Marta lA... lA parola, la mantengo. mettere la cosa al plurale marca male, Marta, perche' della parola si dice, per farsene vanto, che se ne ha una sola. come a dire... "quel che dico mantengo".. (buona mira e mano forte? ahi... non so piu' se mi convenga farti mirare alla fronte o beccarmi una pacca dalla mano forte!! :P )

    RispondiElimina
  27. marca male dici? io lE mantengo in generale, può scapparmene qualcuna ma in generale lE mantengo.
    non posso vantarmi di molto, ma del mantenere le parole ci posso provare.
    lA parola, nel nostro caso, lA manterrò...
    se vuoi ti regalo un sassolino facente parte di una delle pietre lanciatemi. così avrebbe un minimo di senso come regalo!

    RispondiElimina
  28. @Marta ok, vada per il sassolino..

    RispondiElimina
  29. Aspetta, prima di gridare "BUM", fatti dire "Buongiorno"!
    Buongiorno!!
    Ok, ora posso gridare...
    BUM!!!!

    RispondiElimina
  30. @Marla.Singer ehi hai dimenticato di contare fino a dieci!!! (buongiorno)

    RispondiElimina