venerdì 16 settembre 2011

Contraddizioni insite nell'atto dell'evadere


(Foto di Eri Haka)

Io no. Io voglio scappare lontano, altro che nulla. Voglio la torta e la lima, e una pianta dettagliata della citta', disegnata  da chi si sveglia prima di tutti alla mattina. Voglio assopirmi sul ciglio del fosco giardino e stupirmi di non essere visto. Chiacchierare con te, voglio, e poterne dire che accadeva solo poche ore fa, illustrandoti i benefici di un dubbio nutrito a salame e formaggio, ingrassato da oli meccanici, smaltito nella carne come un bastone di ferro. Perche' in realta' io non ci credo, nemmeno un po' ci credo che abbia un senso differente dal massacro, tutto questo andare. E io no, io mi siedo. E di peso dovranno venirmi a spostare (mi sembra di avertelo spiegato spesso). Tu parli con difficolta', come l'estate che e' passata e lascia un sole incapace a scaldare la notte. Perche' il tempo ci attraversa e ci cambia. Sul tuo viso corrono nubi col vento a traverso. Ti piegano il naso verso il basso a sinistra. Smorfie lente come alcune tra le stelle che solcano il cielo. Le piu' belle. Contare le luci nel buio e difendersi e' un alito nel niente. A cosa serve mentire? E cosi' la noce di gesso all'inguine ti si scioglie, e no, non fino al mattino. La differenza tra due universi. tra me e gli altri infiniti, innumerevoli, distanti, e' che il mondo abbaia al futuro cancellando il presente, mentre io sto qui, e non ho da chiedere niente.

51 commenti:

  1. Questo post mi muove dentro qualcosa, lo so.
    Ho solo bisogno di riuscire a mettere le parole in fila. (magari dopo un Cachet).

    Rinciamperò da te più tardi.
    Lascia la porta socchiusa.

    RispondiElimina
  2. sarà vero che la felicità è l'assenza di desiderio ( il non chiedere niente?)
    C.P.

    RispondiElimina
  3. @Storm perche'? non passi attraverso i muri??? ti avevo sopravvalutata....

    RispondiElimina
  4. @C.P. sara' vero che vivere a pieno il presente e' da considerarsi assenza di desiderio?

    RispondiElimina
  5. sì sarà vero.verrò a lezione da te (C.P.)

    RispondiElimina
  6. @C.P. a lezione in genere non mi ci trovava nessuno... :)

    RispondiElimina
  7. mentire serve a fingere di tenere ancora in piedi quello che non è più e che si continua a vivere per non morire un po'.

    RispondiElimina
  8. @Amore Immaginato cioe' a illudersi?

    RispondiElimina
  9. non a illudere se stessi, ma le aspettative di chi ascolta la menzogna e ci crede nonostante la verità sia in bella vista

    RispondiElimina
  10. perchè non è nel fuggire la soluzione...
    (luisa)

    RispondiElimina
  11. @Amore Immaginato " che non è più e che si continua a vivere per non morire un po'" e pensare di poter tenere in piedi il passato che gia' di suo e' una illusione per conservarsi ignorando il fatto che continuamente si muore un po' (e si nasce nella stessa misura se uno se lo permette) non e' illudersi?

    RispondiElimina
  12. @Luisa pero' tante volte fuggire ti permette di trovare una soluzione in un secondo momento... che altrimenti non ci sarebbe proprio :P

    RispondiElimina
  13. allora non è fuggire ma rimandare :-)))
    (luisa)

    RispondiElimina
  14. no. Illusione è avere ancora una speranza.

    RispondiElimina
  15. @Luisa che applicato ad una volpe braccata dai cani e sfuggita al primo assalto... porta un po' sfiga.

    RispondiElimina
  16. ahahahhah....dici?... ;-))))
    (luisa)

    RispondiElimina
  17. @Amore Immaginato tu lo sai, vero, che i filosofi in genere hanno ragione per quanto affermano e torto per quanto negano? :))) e pensare di poter non morire un po', resta una illusione.

    RispondiElimina
  18. @Luisa :)))) eh beh... "sono fuggita allo schioppo" pensa la volpe... "hai rimandato" le dice Luisa. la volpe fa gli socngiuri :))))

    RispondiElimina
  19. ..che volpe superstiziosa...mi ricorda un tuo amico... ;-)
    (luisa)

    RispondiElimina
  20. @Luisa da oggi qui su invece che Sic lo chiameremo Slv

    RispondiElimina
  21. lungi da me fare la filosofa (che francamente mi stanno anche un po' sui maroni).
    Affermavo partendo da un pensiero che ho dentro che, visto così effettivamente, può giungere come una sorta di verità scritta e negata.

    RispondiElimina
  22. Stato limite di salvaguardia della vita?
    (luisa)

    RispondiElimina
  23. @Amore Immaginario che fai??? mi disorienti col delirio???? :)))) (la prossima volta fallo con un campari gin....) (ho capito quello che dici... certo, mentendo si illude anche chi ci sta di fronte. ma sinceramente io ho sempre avuto una forte compartecipazione ogni volta che mi sono lasciato illudere...)

    RispondiElimina
  24. Mentire illude di far vivere anche solo per un attimo in più, ma in realtà è morire lentamente... presto le balle che pronunciamo ci assaliranno e si mangeranno il mondo che abbiamo inventato attorno a noi.

    E.

    RispondiElimina
  25. @Emanuele Secco nell'infinito multistrato che e' la percezione e riorganizzazione psicosociale di cio' che chiamiamo "realta'", questa e' una verita' sperimentata e condivisibile... :)))

    RispondiElimina
  26. Bene dai :-) me la sono cavata allora ^^

    E.

    RispondiElimina
  27. @Emanuele Secco con un certo stile, direi... :)))

    RispondiElimina
  28. Allora mi stimo e mi congratulo ^^

    E.

    RispondiElimina
  29. e meno male che sono io la filosofa!!!!
    :)))

    RispondiElimina
  30. @Emanuele Secco puoi anche stamparti un attestato e mettertelo sul blog!!!

    RispondiElimina
  31. @Amore Immaginato nono... mai detto che sei una filosofa. mi guarderei bene dal frequentarti, se tu lo fossi... :P

    RispondiElimina
  32. No va be' dai, non sono così narciso ^^

    E.

    RispondiElimina
  33. @Emanuele Secco ...certo, no... spostati pero' quel petalo dalla fronte, non ti si vedono gli occhi... :)))

    RispondiElimina
  34. A dir la verità sono davanti ad uno specchio d'acqua a rimirarmi e stimarmi ^^

    E.

    RispondiElimina
  35. Vedi qual è la meraviglia dei blogghi?
    Che parti da una roba seria e si finisce per cazzeggiare...
    Certo che nessuno di noi ha qualcosa di meglio da fare stasera!
    Significativo!!!!
    :P

    RispondiElimina
  36. ma va è una cosa bellissima, non voleva essere un appunto!!!
    Chiedo scusa io se è stato mal interpretato

    RispondiElimina
  37. E ti dirò di più, è bello partire da una cosa seria e poi arrivare a ridere...era questo il senso...

    RispondiElimina
  38. per quanto io sia solo il segretario di Leave Me Alone, immagino che con quella brutta parola (padrone) ti stessi riferendo a me. beh... ero in cucina a prepararvi il caffe'... :))) (Emanuele appunto dicevo, scostati il petalo che hai sugli occhi... cosi' ti vedi meglio...) saluti ragazzi, adesso mi duole, ma vi devo abbandonare.

    RispondiElimina
  39. Ho mangiato troppa torta, forse ho ingerito anche la lima e non ho più mezzi per evadere se non leggendo

    RispondiElimina
  40. @sabrina ancarola ....e che denti hai?!?!?!?!

    RispondiElimina
  41. l'ho deglutita come fosse uno spaghetto e adesso son dolori :P

    RispondiElimina
  42. @sabrina ancarola tanto per restare in tema col post... come smaltire nella carne un bastone di ferro, insomma. solo che la lima c'ha i denti...

    RispondiElimina
  43. Ci sono lime e lime ...anche lime e Lima e poi mi vengono in mente i trenini che erano il regalo che ambivo di più a Natale

    RispondiElimina
  44. @sabrina ancarola e ci sono pure i lama che sputano e le lame che tagliano. non so cosa preferirei, se essere tagliato o sputato. probabilmente dipende dall'entita' della ferita e dal bersaglio della saliva.

    RispondiElimina
  45. I lama se ne stavano al parco di Cavriglia e io li temevo sempre, ma ricordo con piacere li le merende con il pane e salame e un bicchiere di Chianti

    RispondiElimina
  46. @sabrina ancarola vedi? un po' di olio meccanico e ti ritrovi nel post... :)

    RispondiElimina