sabato 12 novembre 2011

Il torto, per fortuna (avere ragione e’ uno dei fatti piu’ sopravvalutati ed inutili nella vita degli esseri umani)


(Foto di Eri Haka)


Non si possono seminare i campi a cadaveri come fosse una bella cosa, perche’ quelli non sono mica spighe di grano e non ci fai il pane, ma solo sapone e carne come di cane, dolciastra, pepata o affumicata su vivaci roghi di diossina. E neanche si possono bestemmiare i santi degli altri, perche’ la soddisfazione che arriva da uno scarico di fogna, a respirarlo, manca dell’aroma tipico di quei primi caffe’ bevuti appresso a sigarette  accese male. Alla cornuta, o con il corno a destra e il corno a sinistra, o sfogliando la margherita. Mi ama non mi ama mi ama non mi ama. E intanto la notte arriva. Arriva il tempo come un turbine di diamante, e mi sembra di essere un altro. Uno che del grano guarda solo i papaveri. E che al pane preferisce la gotta. Voglio annegare nel sangue, disse un tizio, ed io…? Ed io ci credetti. E invece poi venne fuori che quello chiedeva un salvagente. Ecco, tu non mi puoi amare, perche’ io sono un semplice, e certe cose non le so capire. Io dico: butto pari, vediamo che esce. Ma non e’ una strategia, e’ una teoria. E dimmi, la teoria del tossico, quando mai ha portato a beni che non fossero da infilare su per il naso? Quando mai ha permesso di entrare a gratis allo stadio, magari per assistere all’incontro di box tra un peso massimo ed una gallina? Ecco, che fortuna, l'ho trovato: questo e’ l’uovo di Colombo! Oggi e’ semplicemente il giorno in cui ho avuto torto.

20 commenti:

  1. Hai ragione, tié!

    RispondiElimina
  2. be strong, be wrong... (eri)

    RispondiElimina
  3. @Eri essere o non essere e derivati .)

    RispondiElimina
  4. ma sì, l'importante è non svanire :).. quelle capoccione sono inquietanti (eri)

    RispondiElimina
  5. @Eri ma svenire almeno si puo'? :) (si quelle capoccione sono inquietanti quanto i campi seminati a cadaveri..)

    RispondiElimina
  6. svenire è la soluzione Al.. è un'intelligenza involontaria e utile, l'intelligenza dell'alternativa del non agire :) (da bambina svenivo spesso.. al minimo cambiamento di temperatura, quindi si può dire che avessi un intelligenza involontaria molto più sviluppata di adesso) (eri)

    RispondiElimina
  7. @Eri che bel cervello che hai Eri!!! :) io sono sempre ammirato...

    RispondiElimina
  8. ed io sempre più onorata che sia il tuo cervello a pensarlo :) (ora rimane la sfida finale, applicare quell'intelligenza alla volontà, è possibile e te lo dimostro: indipendentemente dalla consapevolezza di dove volessero andare a parare gli svenimenti, negli anni ho sviluppato una certa nausea per i grandi magazzini, non ci voglio proprio andare, e pensa da piccola svenivo solo lì dentro.. tipo la standa sotto casa, cadevo a peso morto appena entrata) (eri)

    RispondiElimina
  9. @Eri si si lo so che e' possibile :) e che e' solo un fatto di volonta'. e' questo che alle volte sconcerta: scoprire cosa si vuole, o constatare cosa ancora si chiede. il problema infatti e' che si puo' applicare l'intelligenza associarla ad una volonta' e portare una azione... ma se intelligenza e volonta' si parlano e decidono di mettersi in combutta contro di te ? :)

    RispondiElimina
  10. ehhh.. bisogna vedere, se è vero che l'unione fa la forza, insomma.. intelligenza e volontà sono in due.. bisogna vedere tu in quanti siete e come organizzarvi per avere torto in pace :)))

    RispondiElimina
  11. noi qui siamo tutti e tanti pasticcioni. conto piu' su una insurrezione che su una vera e propria pianificazione per arrivare al torto.. :)

    RispondiElimina
  12. ahahahahahaha... e allora insorgi! :) per l'autedeterminazione dei tuoi "te" ! per poter dire fieramente anche tu : io non sono un uomo come me! :)

    RispondiElimina
  13. ...e cazzo, dico voglio e pretendiamo TUTTI i nostri torti. e guai a chi li tocca.

    ps
    http://www.youtube.com/watch?v=FELwySbd-5Y
    qui c'e' Deriva. se non la puoi sentire non importa, te la dedico lo stesso.

    RispondiElimina
  14. "dalla parte del torto perché gli altri posti erano occupati"? no, non è questo il tuo caso. a volte ci sono infinite strade, infinite direzioni, infinite sfumature a dare il nome alle cose, prima di seminare cadaveri ai bordi dei campi scambiandoli per papaveri
    (omerita, mondina)

    RispondiElimina
  15. @mondina qua a furia di fare gli alternativi sono i posti del torto ad essere stati tutti occupati. solo che poi alla fine la gente non lo sa nemmeno cosa vuol dire avere torto. avere torto e' quando pensi che una cosa che fai con una seconda persona era in un modo, e quella persona arriva e ti dice che no, c'e' un mondo che non saied una volonta' che non collima con la tua. a quel punto o ti siedi e ti appare la scritta sulla testa "lei ha vinto il torto del giorno" oppure batti i piedi, pretendi di chiamarti Clarabella e cominci a parlare di fatti che stanno piu' di la che de qua.

    RispondiElimina
  16. e qual è il mondo che tu non sai, alpexex? (e quale mondo sai, invece?) quali le volontà che non collimano? e su quali sentieri lungo il fiume si sono arenate? cosa "era" in un modo? troppe domande per una strada ai margini del campo, tra gli ulivi.
    o.

    RispondiElimina
  17. @O. io sono solo il segretario, e certe cose a me LMA mica le dice... :)

    RispondiElimina
  18. Avere ragione è inutile e sopravvalutato soprattutto quando l'abbiamo in merito a situazioni, che preferiremmo andassero diversamente..e invece...
    ''diamine ...eh ma io te l'avevo detto!''

    RispondiElimina
  19. @White Rose LMA chiede: cos'e' che gli avevi detto...? :D

    RispondiElimina