lunedì 17 ottobre 2011

Effrazioni occasionali - Il tombarolo



(Fotografia di Francesca Anita Modotti)


Ah che disgrazia sarebbe, se fossi un rabdomante! Girerei con il metal detector per spiagge e per campagne, conoscerei gente curiosa e briganti, respirerei tanta polvere e berrei tanti liquori. Che gran fatica sarebbe aver cambiato nei secoli ogni fissa dimora, e solo il contorno no, il contorno sempre uguale! Un marchio nello strumento, avrei, quasi come il mitra in braccio al militare che se lo culla, l'alleva, lo trastulla e poi magari ci spara anche, esagerando nel feticismo dei cenci. Sarei sposato ad uno sventra-papere, ecco. E mentre mi cola dai capelli sulla fronte questa riflessione, mentre sale dal petto quasi un sospiro, armati i cuochi avanzano, coi trinciapollo in mano. Venite ragazzi, che sfumatura daremo al vostro taglio di capelli! dicono.  E ignorano quale miseria sia contare le monete di sera, pulirle dalla sabbia, studiare due cocci o il metallo di qualche raro monile con tre grappe e cento birre in corpo e sambuca e stravecchio e l'acido lattico nel cervello. Sdraiati clandestini a pelle d’orso in un cortile.

14 commenti:

  1. Un talento è sempre un buon dono, dipende da come lo si usa, io trovo cacciaviti in campagna e cavetti. Non tutti sanno che i cavetti si trovano ovunque come se la terra fosse collegata a delle grandi casse audio, cavetti...questo è un segno ;)

    RispondiElimina
  2. si e' vero, un talento e' sempre almeno di consolazione a chi ce l'ha. per gli altri poi dipende, magari e' un dono magari una sciagura. perche' le cose del mondo non tutti le prendono bene, e molti addirittura sui denti. del rame non tutti sanno, altri ne sanno anche troppo...

    RispondiElimina
  3. Beh, siamo tutti un po' rabdomanti.
    Non passiamo la vita cercando acqua o metallo, ma siamo sempre e comunque alla ricerca di qualcosa...

    RispondiElimina
  4. Oh, caro alpexex...io cerco tante di quelle cose che neppure ti immagini!
    Cerco ciò che è impossibile trovare, spesso e volentieri.
    Tu... che cerchi?

    RispondiElimina
  5. @Marla.Singer ah Marla... ma non lo sai che "tante cose" vuol dire "niente" o meglio ancora "non lo so" o anche "non te lo voglio dire" in questi casi? :) in quanto a me, cosa vuoi che possa cercare se non questa canzone? http://www.youtube.com/watch?v=gDFV281Y8ng

    RispondiElimina
  6. Ahahahah...
    No, no... qui voleva dire veramente "tante cose"! Forse con un pizzico di "non te lo voglio dire"! Ma giusto un pizzico...

    Bella questa canzone! Mi piace un sacco. Beh, se cercavi lei, l'hai trovata...

    RispondiElimina
  7. @Marla.Singer chi cerca trova cara, chi cerca trova...

    RispondiElimina
  8. Io ho smesso di cercare, così non accresco l'illusione dell'eventuale scoperta!

    RispondiElimina
  9. @amore immaginato non ho capito!

    RispondiElimina
  10. Non potrei fare la rabdomante. Dimentico tutto ovunque. Figurarsi un bastoncino.

    RispondiElimina
  11. @Emma Peel cazzo, ti seguiro'. un metal detector in effetti sarebbe carino da appendere al muro. vicino alla bandiera della spagna magari...

    RispondiElimina
  12. cercare l'acqua quando hai sete implica una certa urgenza e con la fretta,si sa, è facile che se anche trovi il famoso bastoncino a terra che ti potrebbe servire, tu troppo concentrato nella ricerca, lo prendi e lo lanci al cane.. che se è come il mio arriva zoppicante nella sterpaglia che s'è già dimenticato cosa stesse andando a recuperare, allora intenerito glielo recuperi tu e per un attimo rinunci alla ricerca per dargli affettuosamente dello "scemo" e fargli una carezza... e guarda accanto al bastone che ti trovi??? uno zampillo!!! :))) c'è gente che sto culo non ce l'ha o non vuole neanche tentare di scoprirlo e allora si vende come soldatino per difendere la diga e assicurarsi la sua bella razione d'acqua.

    RispondiElimina
  13. @Eri e c'e' anche chi pur senza colpi di culo non si arruola! (evviva Nello e tutti i cani come lui. toccherebbe dedicarci un post)

    RispondiElimina